Appunti per approfondire l'uso di Word - Miscellanea57

capperi
Il computer: l'universo in casa ...
il computer l'universo in casa
Vai ai contenuti
Appunti di informatica > WORD

Come inserire un suono per fine e inizio paragrafo in Word.

In Microsoft Office possiamo associare dei suoni agli eventi, un po’ come fa Windows con i messaggi di errore.

Per ogni applicativo della suite Microsoft si procede allo stesso modo.
Rammentiamoci che la procedura descritta, richiede una regolare licenza del software, perché è necessario scaricare un componente aggiuntivo dal sito ufficiale.
Dunque: innanzitutto abilitiamo Office all’uso dei suoni: “Office Button
(il classico bottone di Windows in alto a sinistra, presente in ogni applicazione di Office) > "Opzioni di Word” (o altro applicativo), andiamo nelle “Impostazioni avanzate”, sezione “Generale” e “flagghiamo (mettiamo il segno di spunta)”all’opzione “Associa suoni agli eventi”.
Una finestra di pop-up ci chiederà di scaricare il componente aggiuntivo dal sito di Microsoft.
Come sempre, il download è associato al controllo di originalità del prodotto, quindi non è consentito ai possessori di software pirata.
Una volta scaricato e installato il prodotto, riavviamo Office; aprendo una qualunque applicazione della suite, ci renderemo conto che l’apertura di un file comporterà l’emissione di un suono.
Ogni click del mouse sui pulsanti relativi a messaggi e finestre ha il suo sonoro, esattamente come il tasto “CANC”, forse un po’ troppo sibillino date le insignificanti conseguenze, che possono seguire a un click accidentale di questo tasto.
Ma niente paura, i suoni si cambiano dalla gestione “Suoni e periferiche audio
” nel “Pannello di controllo” di Windows.
Nella finestra “Proprietà Suoni e periferiche audio
” andiamo alla scheda “Suoni” e, con lo scroll del mouse poniamoci  nella sezione “Eventi” fino alla categoria “Microsoft Office”.
Di seguito troveremo tutti gli eventi cui è associato un suono; clicchiamo quindi su uno di essi poi, sulla freccia in avanti per ascoltare il suono e, se non ci piace andiamo su “Sfoglia
” e cerchiamone uno di nostro gradimento fra i file WAV.

Appunti di informatica > WORD.

Nascondere il testo in Word.

Il modo più semplice per proteggere un documento Word è applicare una password.
A volte succede invece di dover occultare solo una o più parti incluse all’interno di un testo. Vediamo come procedere.
Inizialmente selezioniamo un paragrafo del testo già presente nel documento aperto.
Clicchiamo con il tasto destro e, dal menu correlato, scegliamo Carattere.
Così facendo, si apre la relativa finestra di dialogo con molteplici opzioni.
Tra quelle disponibili nel raggruppamento "Effetti", applichiamo "Nascosto" con un click sulla relativa casella di controllo.
La finestra "Carattere" consente di applicare effetti e attributi al testo selezionato.
Il testo viene di fatto cancellato ma, in realtà, la selezione non è eliminata dal documento, ma solo nascosta.
Notiamo infatti che all’interno del documento rimane evidente uno spazio vuoto.
Affinchè questo non sia un indizio che, lasci supporre ad un qualsiasi lettore smaliziato, ci sia del testo nascosto, possiamo tranquillamente ridurre le righe vuote e ricomporre il testo ancora in chiaro.
Fatto questo, possiamo proteggere questa modifica in modo tale che, nessuno possa decidere di modificare l’effetto nascosto che abbiamo applicato. Per fare ciò, clicchiamo sul menu Revisione e attiviamo il comando Proteggi.
Così facendo, si apre il Riquadro Attività che mostra le opzioni disponibili: scegliamo, in questo caso, l’opzione per la formattazione "consenti solo gli stili selezionati".
Concludiamo quindi l’operazione cliccando sul pulsante Applica protezione.
Viene richiesto di digitare due volte una password.

Cliccando su OK si applica la protezione alla modifica apportata.
La protezione delle modifiche alla formattazione consiste nell'applicazione di una password.
D’ora in avanti sarà ancora possibile inserire testo, correggere quello ancora in chiaro e operare su di esso secondo le proprie esigenze, ma ogni operazione che tenti di modificare lo stile del documento sarà bloccata.
Per averne una dimostrazione, proviamo a selezionare ancora una volta una parte del testo.
Clicchiamo con il tasto destro del mouse e notiamo come nel menu correlato siano state disabilitate le voci Carattere, Paragrafo, Elenchi puntati ed Elenchi numerati.
Una volta protetto il documento da modifiche, Word disattiva i comandi non autorizzati ma, se volessimo riportare in chiaro la parte di testo nascosta? La procedura è semplice: clicchiamo sul menu Revisione e vediamo che il Riquadro attività presenta il pulsante Rimuovi protezione.
E’ sufficiente cliccarlo ed inserire la password di sblocco.
A questo punto selezioniamo l’intero documento premendo la combinazione di tasti CTRL+5(tn) – ovvero il tasto 5 del tastierino numerico -, clicchiamo con il tasto destro del mouse e scegliamo Carattere, che questa volta risulta attivo.
Dalla finestra di dialogo assicuriamoci che l’opzione Nascosto sia del tutto disattivata. Confermiamo quindi con OK.
Il testo nascosto ricompare e dovremo semplicemente riordinare un po’ la spaziatura per avere il nostro documento come nuovo.

Guestbook
Cerca in questo sito
Torna ai contenuti